Il forcellino del cambio è un pezzo molto delicato della Mountain Bike. Serve per sorreggere il cambio e connetterlo alla bici. Ho scoperto che è studiato apposta per rompersi in caso di torsioni o di urti violenti proprio per evitare che si rompa il ben più costoso e prezioso cambio delle marce. Non capita spesso di spezzare il forcellino ma quando succede si resta a piedi. Di recente mi è capitato ben due volte nell’arco di 10 giorni. Scendevo dalle Fosse, una località in montagna al confine fra i comuni di Teggiano Sacco e Piaggine nei pressi del Monte Motola, insieme al mio amico Cono lungo un versante dove della strada non si vedeva quasi nemmeno la traccia, praticamente un percorso da “full” (MTB con ammortizzatore centrale per discese da brivido) senza strada. Il fondo scivoloso e la pendenza notevole mi facevano scivolare e derapare abbastanza piacevolmente quando all’improvviso un colpo nella parte posteriore della mia bici,proprio su una pietra, mi ha spaccato il benedetto forcellino. Prontamente ho legato al telaio, tutta la “matassa” che aveva creato la catena attorcigliata con il cambio con del nastro isolante e sono riuscito a rientrare agevolmente facendo la discesa delle Fontanelle senza poter utilizzare i pedali. Finita la giornata rientro a casa e dopo qualche giorno dopo porto la bici in officina. Forcellino nuovo!!! Abbiamo installato il nuovo pezzo e il pomeriggio stesso sono andato all’Acquabianca nei dintorni di Casalbuono salendo per Taglialena e per Pietra Villosa ma a un certo momento, proprio mentre mi accingevo a raggiungere la sorgente Acquabianca ecco che si sente un rumore sordo, e poi la catena si arrotola con il cambio. Incredibile eh? Sono diventato un consumatore assiduo di forcellini del cambio!!!